Riduzione Enpaf pensionati esercenti

Categoria: news
Pubblicato Martedì, 16 Aprile 2019 08:24
Scritto da Amministratore
Visite: 292

La nuova disposizione Enpaf consente all'iscritto pensionato Enpaf di chiedere la riduzione del 33,33% o del 50%. La nuova disposizione si riferisce a tutti gli iscritti, purchè pensionati, i quali svolgono attività professionale in relazione alla quale non abbiano altra copertura previdenziale obbligatoria rispetto a quella versata all'Enpaf (ad esempio i titolari, i soci, i collaboratori di impresa familiare e gli associati agli utili di farmacia privata, gli esercenti attività professionale in regime di lavoro autonomo) e che, in base alla previgente normativa, erano obbligati a versare la contribuzione previdenziale in misura intera anche dopo il pensionamento.

La norma entra in vigore dal 1/1/2019 e pertanto è possibile già dall'anno corrente presentare domanda di riduzione contributiva nella misura prescelta. Il modulo sarà disponibile nella sezione modulistica del sito www.enpaf.it. 

Si ricorda che è facoltà dell'interessato presentare la domanda di riduzione per la quale vige il termine di decadenza del 30 settembre dell'anno in cui il soggetto matura il requisito. Per ottenere la riduzione per l'anno in cui si richiede, l'iscritto deve trovarsi nella condizione giuridica prevista dal regolamento per almeno sei mesi ed un giorno dell'anno stesso, al pari di ogni altro iscritto. 

Per l'anno 2019, i bollettini bancari sono già stati recapitati quindi gli iscritti che intendono chiedere la riduzione, in qualità di pensionati, potranno pagare la prima rata in scadenza ed attendere che, con la seconda emissione dei bollettini, che avviene intorno alla metà del mese di ottobre, venga messa in riscossione la residua differenza dovuta.